17 ottobre 2007

Il paradiso dell'informatica (e non solo)

Dobbiamo svolgere del lavoro con il nostro pc portatile, ma il grigiore e il silenzio della nostra stanza è troppo deprimente. Allora usciamo alla ricerca di un prato, una panchina o uno spazio tranquillo. Camminando vediamo dietro una vetrina tanta gente. Ognuno svolge tranquillamente il proprio lavoro e l'ambiente sembrerebbe un ufficio, se non fosse per le cameriere che portano il caffè e la musica di sottofondo. Sembra un posto davvero invitante.

Non è un miraggio bensì DebianCafè, un nuovo locale della città di Torino. Il DebianCafé, oltre ad essere un bar birreria con ottimi prezzi, è un luogo di ritrovo nel cuore di Vanchiglia che ospita diversi tipi di attività.

debian, cafè

Per gli amanti del pc e dell'informatica (e sopratutto per gli utenti di GNU/Linux), il DebianCafè è definibile con un solo aggettivo: un paradiso.
E' possibile collegarsi gratuitamente ad internet tramite il proprio portatile, si svolgono dibattiti dedicati all'informatica aperti a tutti (sia brevi che specifici), si esibiscono band musicali di vario genere e la tavola calda spazia dalla cucina italiana alla spagnola.

Iniziativa del giorno: prendere un caffè in questo gran locale e provare Linux sul proprio PC :) Coloro che hanno ideato il DebianCafè meritano una mega-coppa perchè qualcuno, finalmente, dà spazio a software e musica libera.

Cosa chiedere di più? Andiamo anche noi a prendere un caffè e a socializzare con qualche bella ragazza cubana :)

Ispiratore del giorno: DebianCafè ovviamente :) Facciamo loro i più sentiti complimenti per questa iniziativa. Per chi volesse approfondire l'argomento e trovare informazioni riguardo gli argomenti e le attività del locale, visitate il loro sito www.debiancafe.org.
Le curiosità non finiscono qui perchè per gli amanti del ballo agentino e americano, si svolgono corsi di ballo latino americano con insegnante cubana e corsi di tango con insegnante argentina.

Nei dibattiti dedicati all'informatica si dà spazio a Linux, che è molto poco popolare. Lo usate o avete qualche amico che lo utilizza?

2 commenti:

Jay ha detto...

Sono convinto che questi ragazzi si meritino più che una coppa, ma una statua! E' un'idea a dir poco geniale quella di creare uno spazio che può essere sfruttato sia come punto lavorativo che come svago.
Inoltre il fatto che si parli e si scambino informazioni legate all informatica e più in particolare al mondo linux è una gran bella cosa, è tempo che la gente inizi a affacciarsi all'open source!:D
Personalmente è da qualche anno che uso linux, e sono convinto che una volta che si prende la mano, sia l'ideale!


Il mio unico rammarico è che abito, aimè, un pò lontano..Altrimenti
passerei le giornate in questo Debian cafè!.

Ancora complimenti.
Jay

tommi ha detto...

Il debiancafè è davvero un gran bel posto.
La cosa migliore penso sia l'apertura ai tanti argomenti collegati non solo all'informatica in senso tecnico ma anche alle licenze, seconda colonna portante del movimento free soft e di quello open source.

Per fare un esempio, da qualche mese, mi è stato permesso di organizzare delle serate di musica elettronica interamente realizzare con soft open e musica in creative commons (licenza alternativa al copy right). Inoltre la musica diffusa è in formato Ogg Vorbis, formato alternativo al brevettato e proprietario mp3. Sperimentazione e avanguardia culturale passano dunque come uno streaming dentro i locali del debiancafè. Ma non finisce qui, perchè le persone che lo frequentano più assiduamente sono molto motivate e ci sono molte idee che ancora vogliamo realizzare.
Caro jay, con la promessa che segnalerò ai gestori le belle parole spese per il locale, ti invito a una delle mie serate serate elettroniche, così ci beviamo una birra !

A presto
Tommi