02 ottobre 2007

Il buon francese non marina



A scuola, settimana ancora più corta in Francia.
Il sabato lo studente francese non va a scuola; dall'anno prossimo non andrà nemmeno al mercoledì.
Cosa può significare? In Italia gli alunni fanno 980 ore di lezione l'anno, in Francia scenderanno a 864.

Sicuramente in Italia si aprirebbe un sipario non indifferente se capitasse una cosa del genere: i genitori non sarebbero molto contenti non sapendo dove mandare i propri figli, mentre questi ultimi farebbero i salti mortali dalla gioia.

Rutelli dice: meno vacanze estive e più pause durante il resto dell’anno. Cosa sensata. Un break ogni tanto ci vuole: inutere lamentarsi poi se i figli marinano la scuola.

Navigando nelle acque di internet, si trova un blog in cui un post afferma che marinare la scuola è un reato. UN REATO? Chiunque di noi, almeno una volta nella vita, ha saltato scuola per farsi un giro in centro città. Non è cosa da classificare "illegale": è saltare un giorno di scuola nulla di più!

Iniziativa di oggi, anzi, di domani mattina: marinaggio di massa. Tutti alle ore 8 nella piazza più importante della propria città! Preoccupiamoci di migliorare il nostro sistema dell'istruzione, che in Italia, fa abbastanza ridere.

4 commenti:

Michal ha detto...

Marino la scuola ogni giorno come tutti i lavoratori.

walter ha detto...

Io è dalla seconda liceo che faccio settimana corta...il sabato per me è sacro! Arrivano sempre tardi sti francesi :D

massimo ha detto...

Esatto... Sempre dietro a noi Italiani questi francesi... :P

Salvatore Puma ha detto...

Marinare la scuola un reato?
Ma mi facciano il piacere!